Stampa

PAOLO BORSELLINO. La sua famiglia

on .

 

Ti racconterò tutte le storie che potrò




Un insieme di racconti e ricordi affidati alla penna del giornalista e scrittore Salvo Palazzolo. Agnese Borsellino, scomparsa il 5 maggio del 2013 dopo una lunga malattia, prima di morire ha voluto lasciare una sorta di testamento autobiografico, “un regalo alla famiglia”, la cronaca di vita di due persone che si sono incontrate ed innamorate, di un’unione coronata dalla nascita di tre figli, di una quotidianità semplice, fatta di piccole cose. Il titolo del libro è tratto da una frase che Paolo Borsellino amava ripetere alla sua Agnese: “Io ti sollecito, ti stuzzico, ti racconto la lieta novella che sta dentro tante storie di ogni giorno. Ti racconterò tutte le storie che potrò. Così il nostro sarà un romanzo che non finirà mai, sino a quando io vivrò. La lieta novella manterrà sempre fresco il nostro amore. Perché l’amore ha bisogno di mantenersi fresco.” Ed è l’amore verso suo marito il filo conduttore di tutto il “testamento” della vedova Borsellino, un amore tanto grande da portarla ad accettare di buon grado il fatto che il suo Paolo non avesse orari, non potesse essere come quelli che nel pomeriggio escono con le proprie mogli. Sono passati 26 anni dalla strage di Via D’Amelio e ancora non si è fatta luce sulle responsabilità dell’attentato e, ancor meno, sul mistero dell’agenda rossa scomparsa.  Numerosi interrogativi attraversano tutto il racconto, altrettante immagini scorrono davanti agli occhi dei lettori ed una prevale su tutte: la figura di un uomo onesto, ironico, legato alla famiglia, professionale e sempre fedele al suo ruolo. Ma anche un uomo straordinariamente normale.   

 

 

LA DENUNCIA DI FIAMMETTA

 

Ufficio Stampa e Comunicazione Centro Studi Sociali contro le mafie - Progetto San Francesco

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I Cookie tecnici impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra cookie policy.

Accetto i Cookie da questo sito.